Le Fondazioni bancarie devono pagare l’IMU

“Non sono enti no profit, esenzione ingiustificata”

Le Fondazioni bancarie, in quanto azioniste degli stessi Istituti di credito, non possono essere considerate alla stregua di associazioni benefiche e non devono quindi poter godere delle stesse agevolazioni sul pagamento dell’Imu, l’Imposta municipale unica.

A chiederlo è una risoluzione rivolta al Governo, presentata in Assemblea Legislativa dai Gruppi di maggioranza: Pd, Idv, Fds, Sel-Verdi.

Tra l’altro, nel documento, i Consiglieri ricordano come “l’eccezionale situazione economica in cui versa il Paese, abbia già portato ad estendere la platea dei soggetti sottoposti al pagamento dell’Imu”, a partire dagli immobili della Chiesa non riservati al culto.

“Con la risoluzione – spiega il Consigliere regionale Damiano Zoffoli, tra i firmatari del testo – invitiamo il Governo e il Parlamento a ridefinire la classificazione delle Fondazioni bancarie. Non sono enti no profit, non è giusto che siano esenti dal pagamento dell’Imu”.

È possibile scaricare il testo della RISOLUZIONE cliccando qui.


Una risposta a "Le Fondazioni bancarie devono pagare l’IMU"

  1. Sarebbe utile rivedere anche l’Imu dei pensionati a basso reddito (distinguendo i possessori della sola casa di abitazione dai multiproprietari) e egli anziani ricoverati in case di riposo.

    Mi piace

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...