Con Gianni Pittella, perchè l’Europa torni ad essere l’Europa

banner_pittellaMartedì prossimo,  17 gennaio, il Parlamento Europeo sarà chiamato a votare il nuovo Presidente, che sostituirà Martin Schulz.

Il mio voto, insieme a quello di tutta la delegazione del Partito Democratico, andrà sicuramente a Gianni Pittella, il nostro capogruppo, che ha proposto un programma ambizioso e concreto, per superare le, spesso fallimentari, politiche di austerità e andare verso un’Europa che non sia più umiliata dagli egoismi nazionali e che possa investire nella crescita.

Come dice Gianni nell’introduzione del suo programma “L’europa ce la farà, ma deve tornare ad essere l’Europa” e io non posso che essere completamente d’accordo.

Siamo a metà del guado, non possiamo tornare indietro, pena essere insignificanti in un contesto sempre più globalizzato e non possiamo neanche continuare così, senza il rilancio di un forte progetto di integrazione europea.

Qui trovate il programma per la presidenza di Gianni Pittella, le elezioni del Presidente del Parlamento Europeo le potrete vedere in streaming sul sito del Parlamento Europeo a partire da martedì prossimo alle 9:00.


Una risposta a "Con Gianni Pittella, perchè l’Europa torni ad essere l’Europa"

  1. Mi pare che gli obiettivi siano veramente sfidanti per cui sono sostanzialmente d’accordo. Credo però che siamo difronte, ahimé, alla “madre di tutte le battaglie”, cioè il ritorno di un populismo che si unisce al fascismo, con rigurgiti nazisti, non più tanto strisciante, e al ritorno sotto più o meno velate spoglie di nostalgie comuniste del più basso e triste livello. Parafrasando una storica dichiarazione, non vorrei che anziché uno, ci trovassimo due tristi fantasmi che si aggirano per l’Europa e che potrebbero anche distruggerla. Oltre a ciò, con il nuovo presidente USA, anche dal punto pratico della difesa, ci potremmo trovare fra due “amiic” che non vedono l’ora di stritolarci, da una parte economicamente, e dall’altra politicamente e militarmente (Ucraina docet). Vorrei tanto che si potesse parlare di crescita, di sviluppo, di interazione, ma la gara mi pare molto in salita; la speranza non basta, ma , nonostante tutto, DOBBIAMO FARCELA!
    giuliano masola

    Mi piace

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

w

Connessione a %s...