Endometriosi: un passo avanti nella lotta a questa malattia.

logo-apeUn passo importante oggi nella lotta all’endometriosi, una patologia poco conosciuta e fonte di sofferenza per tante donne. Abbiamo approvato infatti nella sessione plenaria di Strasburgo un rapporto che chiede agli Stati Membri di riconoscere l’endometriosi come malattia invalidante e di aumentare i fondi per promuovere la ricerca sulle cause e per la cura. Si stima che siano circa 14 000 000 le donne affette da endometriosi in Europa, è ora di impegnarci di più per stare al loro fianco.

Riporto qui la lettera pubblicata dall’ APE (Associazione Progetto Endometriosi) che ringrazio.

Carissime,

oggi siamo a comunicarVi una notizia che purtroppo non ha avuto il peso che crediamo meritasse, ma che rappresenta un passo avanti nel riconoscimento sociale dell’Endometriosi a livello internazionale.

Nel mese di Settembre 2016 l’A.P.E. Onlus ha preso contatto con Damiano Zoffoli, Eurodeputato membro effettivo della Commissione per l’ambiente, la sanità pubblica e la sicurezza alimentare (ENVI Commitee), da sempre attento a tematiche come la nostra, per sottolineare quanto l’endometriosi oggi rappresenti un vero e proprio problema sociale, data la larga diffusione e l’aumento, sia in termini di pazienti che di aggressività della malattia stessa.

Si stima infatti che siano oltre 14.000.000 le donne affette da endometriosi in Europa, con conseguente peggioramento della qualità di vita delle pazienti in termini di costi sanitari, sociali, lavorativi (alcuni studi dimostrano che le donne sono costrette ad assentarsi dal lavoro, o ad andare al lavoro in precarie condizioni di salute con conseguenze sul rendimento), e delle stesse famiglie colpite, considerata anche la significativa percentuale di infertilità.
Per le motivazioni sopra elencate l’A.P.E. Onlus ha voluto rimarcare come il ruolo dell’Unione Europea potesse essere fondamentale per fare rete tra gli stati membri, ed attuare strategie di informazione per incrementare prevenzione, ricerca, e tutele.

Oggi con grande stupore abbiamo appreso che Lunedì 13 Febbraio 2017 al Parlamento Europeo verrà discussa, e poi votata, una proposta sulla parità di genere nella salute clinica, in cui si parlerà anche di endometriosi.

Nel rapporto, “sulla promozione della parità di genere nella salute mentale e nella ricerca clinica (2016/2096(INI)) – Commissione per i diritti della donna e l’uguaglianza di genere” della Deputata Beatriz Becerra Basterrechea, spiccano infatti 2 punti importanti; nello specifico alla Commissione e agli Stati membri si richiede di:

punto 41: 

i) aumentare i finanziamenti per promuovere la ricerca sulle cause e le possibili cure dell’endometriosi, nonché la stesura di orientamenti clinici e la creazione di centri di riferimento; promuovere campagne di informazione, prevenzione e sensibilizzazione sull’endometriosi e fornire mezzi per la formazione di professionisti specializzati

punto 51:

51. invita le autorità sanitarie degli Stati membri a riconoscere l’endometriosi come malattia invalidante, il che consentirebbe alle donne che ne sono affette di essere curate gratuitamente, anche in caso di cure e/o operazioni costose, nonché di usufruire di uno speciale congedo di malattia dal lavoro durante i periodi più acuti, evitando la stigmatizzazione sul luogo di lavoro;

Consapevoli che al momento si tratti di una proposta non approvata ufficialmente, riteniamo che questa discussione rappresenti un passo significativo per una malattia che fino ad ora ha vissuto nell’indifferenza sociale, e senza alcun riconoscimento ufficiale. La relazione evidenzia a livello europeo, le problematiche e le strategie da attuare legate a ricerca, cure, centri specializzati di riferimento, campagne di informazione, e tutele economiche così come lavorative, aspetti che l’A.P.E. Onlus evidenzia, e si prefigge da 11 anni come scopo, attraverso la promozione delle informazioni per le donne, il personale sanitario e le istituzioni, al fine di sensibilizzare l’opinione pubblica e sostenere chi ne è affetta.

Noi restiamo fiduciose in attesa della sessione, e quindi della votazione di martedì 14 febbraio.

Si ringrazia per l’interesse e la chiarezza delle informazioni l’Eurodeputato Damiano Zoffoli ed il proprio Staff.

Qui il link al loro (molto interessante) sito internet: http://www.apeonlus.it/dal-parlamento-europeo-importanti-proposte-l-endometriosi/


Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...