Mobilità Erasmus per persone con disabilità: presentata un’interrogazione alla Commissione Europea

dwn syndoirme woekAumentare il numero di persone disabili che partecipano al programma Erasmus+ e garantire che vengano confermati i finanziamenti per dare continuità a progetti quali On My Own… at work, queste le domande che ho posto alla Commissione Europea con un’interrogazione scritta cui riceverò risposta nelle prossime settimane (qui il link al testo dell’interrogazione).

Il progetto Erasmus+, del quale mi occupo da diverso tempo e per il quale avevo già presentato un’altra interrogazione, garantisce alle persone diversamente abili di beneficiare pienamente delle iniziative di mobilità, attraverso un sostegno finanziario aggiuntivo.

Le opportunità offerte dai progetti finanziati grazie ai fondi Erasmus+ rappresentano una risorsa fondamentale anche per le persone diversamente abili, che non sono purtroppo ancora sufficientemente coinvolte in questi programmi.

Una delle realtà che operano nel territorio europeo è il progetto On My Own… at work, che coinvolge persone con la sindrome di Down promuovendo tirocini e mobilità.

Questi progetti segnano la differenza nella vita di molte persone, ed è per questo che ho voluto sottoporre un’interrogazione alla Commissione, affinché agisca per far crescere queste reti, opportunità che spesso rimangono nel silenzio.

Ecco la risposta della Commissione Europea: Risposta Commissione Erasmus per disabili


Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

w

Connessione a %s...