Monitoraggio delle emissioni di CO2 e dei consumi dei veicoli pesanti: un passo in avanti verso un trasporto più pulito

maxresdefaultI veicoli pesanti sono responsabili del 25% delle emissioni di CO2 di tutti i veicoli che sono sulle nostre strade.

Nonostante ciò, e a differenza del settore automobilistico, già regolamentato, nell’Unione Europea manca ad oggi un sistema di monitoraggio delle emissioni di CO2 e dei consumi dei veicoli pesanti (camion e autobus), e manca anche una banca dati che metta a confronto tali emissioni per le diverse case costruttrici, in modo da poterle confrontare e capire quali siano i mezzi più puliti.

Ho presentato il 6 novembre alla Commissione Ambiente del Parlamento Europeo il Regolamento di cui sono relatore, con l’obiettivo di colmare questa lacuna. La proposta della Commissione Europea dalla quale partiamo è buona, ma sono necessarie alcune modifiche per aumentare la trasparenza dei dati che le case costruttrici di veicoli pesanti dovranno fornire per permettere ad un software, chiamato VECTO, di calcolare, raccogliere e comparare le emissioni dei camion e degli autobus.

Ho poi chiesto che vengano previsti controlli più accurati sui dati forniti dalle case costruttrici e che siano previsti test su strada, per misurare i valori reali delle emissioni ed evitare scandali come quello del dieselgate per le auto.

Questa proposta stimolerà finalmente le case produttrici ad investire nella ricerca di tecnologie più efficienti dal punto di vista energetico, che giocheranno un ruolo fondamentale nella battaglia contro i gas ad effetto serra. Dal canto loro gli autotrasportatori avranno la possibilità di risparmiare sul carburante scegliendo veicoli migliori basandosi su dati chiari e comparabili. Infine, anche le comunità locali ne beneficeranno: i sindaci potranno scegliere autobus meno inquinanti e noi tutti vivere in città più pulite e respirare aria più sana.

Questo primo passo rappresenta un’ambiziosa ma indispensabile sfida per l’Unione Europea, che vuole tener fede all’impegno di ridurre le emissioni di gas serra del 40% entro il 2030.

Qui sotto trovate il video del mio intervento in Commissione Ambiente dove presento il mio lavoro:


Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...