Endometriosi: la risposta della Commissione alla mia interrogazione e il convegno a Roma organizzato da A.P.E. onlus

logo-apeL’endometriosi è una malattia incurabile che colpisce circa 1 donna su 10, con un effetto invalidante in diversi aspetti della vita lavorativa, privata e sociale, ma tuttora scarsamente riconosciuta.

Nel febbraio 2017 un passo in avanti fosse stato fatto con l’approvazione da parte del Parlamento Europeo di un rapporto sulla promozione della parità di genere nella salute mentale e nella ricerca clinica, che citava specificamente il caso dell’endometriosi come esempio di discriminazione nella ricerca sulle patologie femminili. La Commissione aveva risposto al rapporto sostenendo che sta finanziando vari progetti sull’endometriosi.

Perciò, a febbraio 2018 ho presentato un’interrogazione alla Commissione Europea per fare chiarezza su quanti e quali progetti di ricerca sono stati finanziati, e sul riconoscimento della malattia negli stati membri.

Oggi, la Commissione ha risposto alla mia interrogazione:

  1. La Commissione è a conoscenza della risoluzione del Parlamento europeo a cui fa riferimento l’Onorevole deputato e il suo invito ad un maggiore sostegno alla ricerca sull’endometriosi. L’integrazione della dimensione di genere è un principio dell’UE fortemente consolidato che deve essere rispettato in tutte le politiche dell’UE.

La promozione dell’uguaglianza di genere, compresa l’integrazione della dimensione di genere nel campo della ricerca e dell’innovazione, è pienamente integrata nel programma Orizzonte 2020. L’obiettivo “Salute, cambiamento demografico e benessere” della priorità “Sfide per la società” include le attività di ricerca relative alle malattie specifiche legate al genere così come la presentazione specifica per genere delle malattie.

A tutt’oggi 224 milioni di EUR sono destinati nell’ambito di Orizzonte 2020 al sostegno di 118 progetti di ricerca miranti a comprendere lo sviluppo di malattie delle donne e l’individuazione di migliori strumenti diagnostici e approcci terapeutici. Di questo importo, 10,5 milioni di EUR sono specificamente dedicati alla ricerca sull’endometriosi (EVOLPREG, MOMENDO, ENDOSEARCH, WIDENLIFE e PROM).

Gli inviti a presentare proposte di Orizzonte 2020 per il periodo 2018-2020 offriranno ulteriori opportunità di sostenere la ricerca sulle patologie femminili, tra cui l’endometriosi. Maggiori informazioni sono reperibili sul portale dedicato alla ricerca e all’innovazione.

  1. A norma dell’articolo 168 del trattato sul funzionamento dell’Unione europea l’azione dell’Unione europea completa le politiche degli Stati membri in materia di salute. La definizione di malattie non trasmissibili, compresi i loro effetti invalidanti, è un compito fondamentale degli Stati membri, che essi svolgono in stretta collaborazione con l’Organizzazione mondiale della sanità.

Inoltre, il 10 marzo ho partecipato come relatore ad un convegno a Roma, Endometriosi: uno sguardo verso il futuro, organizzato da A.P.E. Onlus, che ha visto la partecipazione di professori, dottori, rappresenanti politici e della cittadinanza. L’obiettivo era quello di fornire notizie aggiornate in merito a terapie, diagnostica, alimentazione e benessere, tutele.

Di seguito, il video del convegno e del mio intervento:


Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

w

Connessione a %s...