Contro le fake news e per la diffusione dei vaccini in Europa: ecco la posizione del Parlamento Europeo.

Approvata oggi nella Commissione Ambiente e Sanità pubblica del Parlamento Europeo, una risoluzione sul calo del tasso di vaccinazione in Europa. Per la prima volta la politica Europea prende ufficialmente posizione su un tema importantissimo per la salute di tutti noi, come quello delle vaccinazioni, e lo fa con un testo condiviso a grande maggioranza.

Nel testo, tra le altre cose, il Parlamento Europeo,

“Condanna la diffusione di informazioni inaffidabili, fuorvianti e non scientifiche sulla vaccinazione, aggravate dalle controversie dei media, dal sensazionalismo dei media e dal giornalismo scadente; invita gli Stati Membri e la Commissione ad adottare misure efficaci contro la diffusione di tale disinformazione e a sviluppare ulteriormente campagne di sensibilizzazione per ripristinare la fiducia nei vaccini e migliorare l’istruzione e il dialogo, in particolare per i genitori, compresa la creazione di una piattaforma europea destinata a aumentare la copertura vaccinale e impedire che le informazioni ingannevoli possano ottenere visibilità;” (par.12)

“Si compiace che l’introduzione della vaccinazione di protezione su larga scala in Europa abbia contribuito in modo significativo all’eradicazione o al declino di numerose malattie infettive; è tuttavia preoccupato per il fatto che tali successi sono gravemente minacciati dall’allarmante fenomeno della riluttanza ni confronti dei vaccini.” (par. 2)

Sottolinea che i vaccini sono rigorosamente testati attraverso più fasi di sperimentazione prima di essere prequalificati dall’OMS e approvati dall’agenzia europea per i medicinali (EMA) e regolarmente rivalutati; sottolinea che i ricercatori devono dichiarare eventuali conflitti di interesse;” (par.3)

invita gli Stati Membri a provvedere che lo stesso personale sanitario, nella sua totalità, sia sufficientemente vaccinato; invita la Commissione ad affrontare la questione del tasso di vaccinazione del personale sanitario nel piano d’azione comune; (par. 9)

“ritiene che sia di fondamentale importanza fornire servizi di vaccinazione ai migranti e ai rifugiati che arrivano nell’UE; invita la Commissione e gli Stati Membri a procedere a una mappatura delle attività concrete di vaccinazione che sono in corso di attuazione per i migranti e i rifugiati che entrano nei paesi dell’UE e ad affrontare le lacune identificate;” (par.16)

“Invita gli Stati Membri e la Commissione a promuovere campagne di sensibilizzazione tra gli operatori sanitari che forniscono vaccinazioni, sottolineando l’obbligo, sia morale che etico, di proteggere la salute pubblica fornendo ai pazienti (o ai tutori legali dei pazienti) sufficienti informazioni sui vaccini affinchè possano prendere una decisione informata;” (par.17)

 


Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...